Sensabilità

Per non essere mai
persone
a senso unico”

Siete ancora capaci di cogliere e immagazzinare le sfumature delle esperienze, o il più delle volte inserite il “pilota automatico” e vivete ciò che capita senza grandi sofferenze, ma anche senza gioia? Insomma vi lasciate vivere addosso e alla fine, non conservate neppure ricordi nitidi di ciò che è avvenuto?

Se il mondo intorno a voi si è fatto opaco, se lentamente è diventato incolore e insapore, forse avete bisogno di tornare a essere sensabili.

Essere Sensabili vuol dire essere più consapevoli del nostro apparato sensoriale, che non è affatto una dotazione invulnerabile e immodificabile, bensì un patrimonio personale da difendere dagli stimoli aggressivi e dai tentativi di omologazione.

Essere sensabili vuol dire diventare più abili nell’uso di occhi, orecchie, naso, bocca e pelle, addestrarli a essere organi attivi nel contributo che possono offrire a un nostro ripulito assetto sensoriale, con il quale tornare ad assaporare con gusto ambienti, incontri, relazioni, atmosfere.

Le nostre iniziative si propongono come percorso di cambiamento, aperto a tutti coloro che vogliono esplorare la complessa relazione fra sensorialità e sensibilità, per tornare a sentire il mondo con stupore e partecipazione.